La Voce della Patria

Questo sito ha per obiettivo l'essere un luogo di scambio, un appuntamento regolare, amichevole, diretto. Tutto qui può essere detto, argomentato, commentato. La sola condizione posta è il rispetto delle regole elementari di civiltà: le tesi ingiuriose o oltraggiose saranno prescritte. Un moderatore vigila. Benvenuti.

Immigrati
Immigrati

Il discorso secondo il quale noi abbiamo bisogno di questa immigrazione per sostenere la nostra economia porta in sé dei futuri regolamenti di conti di cui si possono già percepire le premesse.

società multiculturale
società multiculturale

Il pluralismo è la tolleranza per la differenza di idee, di costumi e di azioni; è il rispetto per il diverso. È, in ultima analisi, la presa in carico delle minoranze. In parole povere il pluralismo è lo spirito della democrazia. Ma all’interno di una democrazia ci devono essere dei valori comuni, principî condivisi e doveri obbligatori per tutti.

Papa Francesco
Papa Francesco

Il Papa mette l'Europa in pericolo. Fregandosene della pressione demografica dell'Africa e delle tensioni identitarie che conoscono i Paesi aperti all'arrivo delle popolazioni musulmane, Francesco predica l'accoglienza per tutti, clandestini compresi.

Altare della Patria
Altare della Patria

Già la globalizzazione, di cui le istituzioni dell’Unione europea fanno professione nel nostro continente, considera tutti gli uomini e le donne intercambiabili. L’obbiettivo è di trasformare il mondo (o parte di esso) in un grande mercato dove l’individuo è solo un consumatore, senza radici, senza passato, senza Patria e senza legami con i suoi simili: così risulta senza dubbio più facile manipolando per i più grandi imbonitori della finanza internazionale.

porta di Lampedusa
Porta di Lampedusa

Dei migranti distribuiti per sei mesi nei centri d’accoglienza (il tempo adeguato per esaminare il loro caso e perfino la loro identità) restano pur sempre a carico dell’Italia, a meno che non fuggano e diventino clandestini. Il loro costo può arrivare quest’anno fino a 4,2 miliardi di euro, solo per la prima accoglienza.