La Voce della Patria

Questo sito ha per obiettivo l'essere un luogo di scambio, un appuntamento regolare, amichevole, diretto. Tutto qui può essere detto, argomentato, commentato. La sola condizione posta è il rispetto delle regole elementari di civiltà: le tesi ingiuriose o oltraggiose saranno prescritte. Un moderatore vigila. Benvenuti.

I termini "migrante" e "rifugiato" sono spesso usati in modo intercambiabile. Non neghiamo che ci siano persone in fuga dalla guerra. Soprattutto dalla Siria. L'Italia governata dalla sinistra ha messo in piedi operazioni di salvataggio in mare. L'obiettivo era quello di rispondere ai tragici naufragi di navi vecchie cariche di persone: l'Europa ha visto le orribili conseguenze di queste azioni condotte da contrabbandieri di persone e ha voluto dare una mano.

Ma alla fine, ha peggiorato il problema. L'invio di navi nel Mediterraneo per portare le persone al sicuro in Europa ha creato un "fattore di attrazione".

I trafficanti mettevano sempre meno carburante nelle loro barche perché sapevano che gli europei le avrebbero intercettate prima e avrebbero fatto la maggior parte del contrabbando per loro.

Il che è un eccellente modello di business per i contrabbandieri, ma un sistema terribile per l'Europa.

Tra le altre cose che avremmo dovuto fare sarebbe stata quella di aprire dei centri di raccoglimento in Nord Africa. Avremmo evitato ai barconi di lasciare la costa del Nord Africa e alle nostre navi di agire come partner nelle bande di trafficanti.

Ma la soluzione meno traumatica è quella di tenerli nelle vicinanze del paese da cui fuggono. La maggior parte degli esperti internazionali di aiuti ammette che il costo per l'alloggio di un richiedente asilo in Europa è circa 100 volte superiore rispetto a quello di un Paese confinante. Questa è già una prima ovvia ragione per considerare il trasferimento in Europa illogico. Con tali costi, possiamo aiutare molte meno persone. Potrebbe essere necessario trasferire alcune persone in Europa, ma l'Europa non può essere il luogo in cui tutti coloro che fuggono dalla guerra si sentono a casa.

La situazione dei migranti economici è persino peggiore. Perché non dobbiamo dimenticare che la maggior parte delle persone che arrivano in Europa negli ultimi anni sono migranti economici.

Le ONG sostengono che non c'è molta differenza tra i migranti economici e i richiedenti asilo. Ma se cadiamo in questa bugia (come spesso accade), significa che quasi tutti gli abitanti dell'Africa e del Medio Oriente hanno il diritto di stabilirsi in Europa. O non saranno fermati se verranno. O non verranno rispediti indietro una volta che sono qui.