La Voce della Patria

Questo sito ha per obiettivo l'essere un luogo di scambio, un appuntamento regolare, amichevole, diretto. Tutto qui può essere detto, argomentato, commentato. La sola condizione posta è il rispetto delle regole elementari di civiltà: le tesi ingiuriose o oltraggiose saranno prescritte. Un moderatore vigila. Benvenuti.

Si chiama YunArmiya ed è una creatura del ministro della difesa russo Sergey Shoigu, fondata due anni fa per instillare il culto della Patria nei giovani russi.

Basco rosso e divisa beige, i piccoli russi che fanno parte di questa speciale armata sono circa 200 mila e imparano a maneggiare le armi, a lanciarsi col paracadute e ad imparare tecniche di difesa.

Sono, secondo il suo inventore, “la più efficace organizzazione patriottico-militare infantile del Paese”.

Già il giuramento che i cadetti devono prestare è tutto un programma: “Giuro di puntare al successo negli studi e nello sport, di vivere una vita sana, di essere sempre preparato al servizio e al lavoro per la causa della Madrepatria, di aver cura della memoria degli eroi che hanno combattuto per la libertà e l'indipendenza della nostra Madrepatria, di essere un patriota e un degno cittadino della Russia.”

Il capo di stato maggiore della difesa si aspetta, da questo esperimento, di attirare i futuri soldati del Paese.

Ci si può iscrivere fin dall'età di 10 anni anche se l'organizzazione è raggiunta più facilmente dai 16 ai 18 anni.

È un esperimento molto determinante per motivare i più piccoli ed i più giovani all'amore per la Patria e dovrebbe essere esportato anche alle nostre latitudini dove il senso di appartenenza alla Nazione e la condivisione di esperienze con i coetanei sono sempre meno valorizzate e frequentate.

“Per la gloria della nostra Patria” è il motto di questi soldati per gioco ed è un bel modo per imparare come crescere…