La Voce della Patria

Questo sito ha per obiettivo l'essere un luogo di scambio, un appuntamento regolare, amichevole, diretto. Tutto qui può essere detto, argomentato, commentato. La sola condizione posta è il rispetto delle regole elementari di civiltà: le tesi ingiuriose o oltraggiose saranno prescritte. Un moderatore vigila. Benvenuti.

L'Italia è un grande paese sovrano, pienamente in grado di decidere come utilizzare al meglio le proprie risorse, per il beneficio dei suoi cittadini e per la loro protezione.

Domenica sera, in Brasile, il candidato di estrema destra Jair Bolsonaro ha ottenuto il 46% dei voti al primo turno, contro il 29% del suo rivale di sinistra Fernando Haddad, appoggiato da Lula da Silva, figura carismatica, ma in carcere per corruzione.

Cerchiamo di capire perché e come l'immigrazione e l'islamizzazione del Paese impediscono ai francesi di sentirsi una nazione. C’è un legame preciso tra l’emersione dirompente dell'Islam e la disintegrazione della nazione francese. È utile interpretarlo ai fini di evitarlo per la nostra Patria.

Per tutti gli osservatori che hanno pronosticato essere l'Africa il continente del futuro, quello del XXI secolo, le notizie di questi giorni portano ad un triste risveglio.

C'è una cosa che occorre invidiare alla Francia: l'altissimo senso dello Stato dei suoi funzionari e dei suoi leader politici. Forse la cosa è da ricercarsi nella provenienza di entrambi questi attori necessari alla vita politica della Nazione: sono quasi tutti sortiti da una scuola pubblica, la famigerata ENA, scuola nazionale d'amministrazione.