La Voce della Patria

Questo sito ha per obiettivo l'essere un luogo di scambio, un appuntamento regolare, amichevole, diretto. Tutto qui può essere detto, argomentato, commentato. La sola condizione posta è il rispetto delle regole elementari di civiltà: le tesi ingiuriose o oltraggiose saranno prescritte. Un moderatore vigila. Benvenuti.

Con l'investitura di Pietro Grasso a leader di “Liberi e uguali", domenica scorsa, si ripropone la stessa situazione di quando Gianfranco Fini era presidente della Camera: un conflitto tra gli interessi di un uomo di parte e la necessità del Presidente di ciascuna Camera del Parlamento di essere imparziale.

Siamo sinceramente delusi di come il suddetto presidente del Senato abbia preteso di interpretare la sua carica che ha il dovere di essere al di sopra di ogni sospetto, anche – se non di più – a due mesi dalla campagna elettorale.

Già abbiamo visto la “Presidenta” della Camera Laura Boldrini avventurarsi per tutta la durata della legislatura in proclami politici e giudizi spesso molto divisivi per l'elettorato. Ma la Boldrini è una parvenu della politica innalzata al suo ruolo per grazia ricevuta, senza arte né parte se non quella di essere a favore dell'immigrazione incontrollata.

Ben maggiori aspettative di essere super partes nutrivamo nei confronti di Grasso, con la sua statura di PM antimafia, il suo esser stato a capo della procura nazionale antimafia, integerrimo, sebbene con le sue naturali idee politiche.

…e invece anche lui si è fatto tentare dalle sirene della politica politicante, rinunciando ad essere una riserva della Repubblica, entrando direttamente – e dalla porta principale! – nel conflitto politico, senza neanche avere la decenza di dimettersi dal suo incarico delicatissimo, ancor di più alla fine della legislatura.

Purtroppo in questo nostro amato Paese il “richiamo della foresta” della politica è, evidentemente, così forte da non poter fare a meno di seguirlo. E il prezzo da pagare lo pagheranno le nostre Istituzioni, usate come taxi dagli uomini che dovrebbero incarnarle.